Notizie invista
Home / Salute / Vitamina D: Per ottenerla basta un pò di sole!
Couple on a beach

Vitamina D: Per ottenerla basta un pò di sole!

Con l’arrivo dell’estate fate scorte di vitamina D!

La migliore fonte di vitamina D è la luce solare!

La storia della scoperta della vitamina D parte nel 1919 quando venne evidenziato, da Huldschinsky, che bambini affetti da rachitismo guarivano se esposti alla luce ultravioletta.

La vitamina D è un gruppo di pro-ormoni liposolubili costituito da 5 diverse vitamine: vitamina D1, D2, D3, D4 e D5.

La forma attiva nell’uomo è la vitamina D3 o colecalciferolo che si forma nella pelle dei mammiferi per azione della luce ultravioletta sul 7-deidrocolesterolo. La vitamina D3, formatasi nella pelle ed assorbita dall’intestino, subisce due processi di attivazione (idrossilazione) a carico del fegato e del rene. Si forma così il calcitriolo che è la forma attiva della vitamina D.

Gli alimenti che la contengono sono l’olio di fegato di merluzzo, salmone e aringhe, latte e derivati, uova e fegato.

L’esposizione per almeno 20 minuti del 40% della superficie corporea per tre volte alla settimana è sufficiente ad ottimizzare in modo naturale i livelli dell’ormone stesso. Le persone con la pelle scura raggiungeranno in 3 ore lo stesso grado di sintesi che una persona con la pelle chiara raggiunge in 30 minuti, quindi il tempo di esposizione deve essere adattato alla pigmentazione della pelle.

I livelli di vitamina D nell’organismo diminuiscono nel periodo invernale poiché si riduce l’esposizione solare e nell’età avanzata per carenze alimentari.

Il Consiglio Nazionale di Ricerca (Usa) stabilisce il fabbisogno giornaliero di vitamina D a 400 UI. Le donne, durante la gravidanza e l’allattamento, necessitano di dosaggi extra di vitamina D nella loro dieta (sotto controllo medico) poiché essa contribuisce alla formazione dello scheletro e alla maturazione del feto e del neonato.

L’azione della vitamina D si esplica a livello dell’intestino, delle ossa, del rene e del pancreas.

Le sue principali funzioni biologiche sono: favorire l’assorbimento del calcio, mantenere normali i livelli di calcio e fosforo nel sangue e regolare il metabolismo delle ossa.

La vitamina D è importante all’interno dell’organismo in qualsiasi periodo dello sviluppo poiché un suo deficit contribuisce ad alterazioni di processi di mineralizzazione con patologie come il rachitismo (età pediatrica) ed osteomalacia (età adulta); presenti, inoltre, debolezza muscolare, dolori e deformazioni ossee.

Se presa in dosi eccessive, la vitamina D è tossica. I sintomi correlati sono: nausea, diarrea, ipercalcemia e ipercalciuria, poliuria e calcificazioni dei tessuti molli. Per evitare questo fenomeno è bene procedere alla sospensione o alla riduzione delle dosi assunte. Il rischio di intossicazione da vitamina D per eccessiva esposizione solare non sussiste. Più probabile, invece, incappare in problemi di tossicità derivanti da un esagerato consumo di integratori alimentari che dovrebbero essere assunti con cautela e tenuti fuori dalla portata dei bambini.

Diversi studi condotti ma non ancora affermati hanno potuto riscontrare un’associazione tra vitamina D, sclerosi multipla, depressione, psoriasi e Alzheimer. Sembra che l’assunzione della vitamina potrebbe migliorare il decorso delle patologie.

Recentemente la ricerca ha suggerito anche che la vitamina D possa fornire una protezione dall’osteoporosi, ipertensione, cancro e diverse malattie autoimmuni.

Importante, inoltre, il suo ruolo nei processi immunitari e nella resistenza alle infezioni.

Ricordiamo, quindi, che l’insufficiente esposizione ai raggi solari (urbanizzazione, sovraffollamento, vita in ambienti chiusi, abbigliamento inadeguato, dieta vegana), sono fattori per cui si registrano ancora oggi e sono in aumento nel mondo casi di carenza di vitamina D.

 

La migliore fonte di vitamina D è gratis!

L’esposizione della pelle al sole è il migliore modo di assumere la vitamina D!
Dott.sa Marta Manti

About Marta Manti

Laureatasi presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Messina, abilitata all’esercizio della professione di Medico Chirurgo e Membro dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Messina.

Scopri anche

post_shared

Riposare e dormire bene per vivere meglio. Borghetti Arredamenti dedica un apposito spazio dedicato al mondo del relax

Borghetti Arredamenti non riserva soltanto una grande attenzione all’arredamento ed al design. Infatti, nel punto ...

Lascia una risposta