10 Prossimi eventi

Ordina per

Gruppo Teatrale Angelo Maio Messina presenta La Classe Da venerdì 14 a domenica 16 dicembre andrà in scena sul palco del Teatro Annibale lo spettacolo “La Classe” di Vincenzo Manna. I giorni di oggi. Una cittadina europea in forte crisi economica. Disagio, criminalità e conflitti sociali sono il quotidiano di un decadimento generalizzato che sembra inarrestabile. A peggiorare la situazione, appena fuori dalla città, c’è lo “Zoo”, uno dei campi profughi più vasti del continente che ha ulteriormente deteriorato un tessuto sociale sull’orlo del collasso ma, paradossalmente, ha anche portato lavoro, non ultima la costruzione di un muro intorno al campo per evitare la fuga dei rifugiati. Alla periferia della cittadina, in uno dei quartieri più popolari, a pochi chilometri dallo “Zoo”, c’è una scuola superiore, un Istituto Comprensivo specializzato in corsi professionali che avviano al lavoro. La scuola, le strutture, gli studenti e il corpo docente, sono specchio esemplare della depressione economica e sociale della cittadina. Albert, straniero di terza generazione intorno ai 35 anni, laureato in Storia, viene assunto all’Istituto Comprensivo come Professore Potenziato: il suo compito è tenere per quattro settimane un corso di recupero pomeridiano per sei studenti sospesi per motivi disciplinari. Dopo anni in “lista […]

Teatro dei Tre Mestieri presenta Kryptonite Venerdì 14 e sabato 15 dicembre andrà in scena sul palco del Teatro dei Tre Mestieri lo spettacolo Kryptonite con la drammaturgia e la regia di Orazio Condorelli, l’interpretazione di Peppe Macauda e l’organizzazione di Santa Briganti. Ci sono due modi per vincere le proprie fragilità: nasconderle, ostentando una finta disinvoltura, oppure avere il coraggio di mostrarle. Il protagonista di questa avventura appartiene alla seconda categoria. Una storia che ruota attorno al tema della vulnerabilità, intesa non come debolezza ma come qualità ineliminabile dell’essere umano, come potere che permette finalmente di interrogarsi su se stessi e sulla propria identità. L’adolescenza è il momento in cui ambientare il racconto. Un’età difficile fatta di cambiamenti repentini, turbolenze, insicurezze ma anche grandi sogni, desideri brucianti e passioni vitali. È l’età in cui quasi tutti desiderano avere poteri eccezionali per potersi difendere dalla kryptonite, che fa sentire soli e deboli. Il protagonista, pur avendo una profonda passione per il mondo dei fumetti e dei supereroi, non sogna, però, di ottenere dei superpoteri per fronteggiare oscure forze del male, ma per affrontare questioni ben più personali, che hanno a che fare con uni intimo bisogno di comprensione di sè. Questioni personali […]

Teatro Vittorio Emanuele presenta Pensaci, Giacomino Da venerdì 14 a domenica 16 dicembre, andrà in scena sul palco del Teatro Vittorio Emanuele lo spettacolo “Pensaci, Giacomino”. di Luigi Pirandello lettura drammaturgica Fabio Grossi con Leo Gullotta Liborio Natali, Rita Abela, Federica Bern, Valentina Gristina, Gaia Lo Vecchio, Marco Guglielmi, Valerio Santi e Sergio Mascherpa “Pensaci, Giacomino” nasce in veste di novella del 1915 per poi avere la sua prima edizione teatrale, in lingua, nel 1917. Tutti i ragionamenti, i luoghi comuni, gli assiomi pirandelliani sono presenti in quest’opera. Un testo di condanna, condanna di una società becera e ciarliera, dove il gioco della calunnia, del dissacro e del bigottismo è sempre pronto ad esibirsi. E proprio con e da queste caratteristiche che il testo si configura come attuale, contemporaneo. La storia racconta di una fanciulla che, rimasta incinta del suo giovane fidanzato, non sa come poter portare avanti questa gravidanza: il professore Toti pensa di poterla aiutare chiedendola in moglie e potendola poi così autorizzare a vivere della sua pensione, “per almeno cinquanta anni”, il giorno che lui non ci sarà più. Naturalmente la società civile si rivolterà contro questa decisione anche a discapito della piccola creatura che nel frattempo è venuta al mondo. Una tragedia civile che si configura, […]

Clan Off Teatro presenta Ferrovecchio Venerdì 15 e sabato 16 dicembre andrà in scena sul palco del Clan Off Teatro, lo spettacolo Ferrovecchio di Rino Marino. Un vagabondo che trascorre sentieri interminabili, lontano da ogni alito di vita, senza tempo né meta, a cavallo di una carcassa di bicicletta, per scacciare i fantasmi del passato. Un barbiere ridotto alla rovina e stigmatizzato dal mondo degli uomini. In una Sicilia d’altri tempi, in una sala da barba dimenticata, dove il tempo sembra essersi cristallizzato e mai più scorso da ‘quel giorno’ di tanti anni fa, due individui ai margini dell’umanità corrente si incontrano e scontrano in un contrasto stridente tra reciproco rifiuto e disperata urgenza di comunicazione. Con Fabrizio Ferracane e Rino Marino Regia Rino Marino Scene e costumi Rino Marino Disegno luci Luigi Biondi Assistente alla regia Viviana Di Bella Produzione SUKAKAIFA – TEATRAUSICA A. C. Per visitare la scheda sul sito dell’organizzatore, clicca qui!

Teresa Mannino – Sento la Terra Girare Mercoledì 19 e giovedì 20 dicembre andrà in scena sul palco del Teatro Placido Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto lo spettacolo di Teresa Mannino “Sento la Terra Girare”! Lo spettacolo scritto dalla stessa Mannino e da Giovanni Donini, si presenta come uno show di ironia intelligente, leggera e sottile sul mondo che sta cambiando. Sbucando fuori da un armadio che sembra emergere da una distesa di piccole dune di sabbia, la comica scherza con il pubblico con la sua tipica comicità graffiante, leggera e intelligente. Dopo aver rotto il ghiaccio, inizia lo spettacolo leggendo i versi della poesia “Disattenzione” scritta dalla poetessa polacca, Wislawa Szymborska, vincitrice del premio Nobel per la letteratura nel 1996. Un incipit intenso che delinea già il taglio della serata. La Mannino, infatti, ha deciso di parlare di come il pianeta stia cambiando velocemente per colpa degli uomini: dal riscaldamento globale, alla produzione di OGM, all’estinzione di specie animali e vegetali e allo shopping selvaggio legato indissolubilmente alle gravi tematiche dell’inquinamento e dello spreco di cibo e vestiti. Gli uomini stanno diventando sempre più degli automi che comprano in base a quanto consigliato dalla pubblicità e mangiano cibi sempre più […]

Clan Off Teatro presenta La Città Abbandonata Dal 27 dicembre 2018 a domenica 30 e da giovedì 3 gennaio 2019 a domenica 6, andrà in scena sul palco del Clan Off Teatro lo spettacolo “La città abbandonata” di Italo Calvino. Una piccola e poetica piéce teatrale sul destino di un viaggiatore che si ritrova, non sapendo come, in una città abbandonata i cui unici abitanti sono Polidoro il vagabondo e Fiordispina che continuano a vivere come se la città fosse ancora al suo antico splendore, mentre tutto intorno sta cadendo a pezzi a causa di una antica disputa tra due fate: fata Cespugliosa con il potere sulla natura e fata Altamura con il potere sulle città. Il viaggiatore si ritroverà rapito in questo mondo magico e suo malgrado subirà le sorti della città. con Gaspare Bonina, Piera Costantino, Arianna D’Arrigo, Alessandra Zecchetto Mauro Failla costumi Liliana Pispisa scenografie Franco Currò foto di scena Giuseppe Contarini aiuto regia Carlo Spinelli ufficio stampa Elisabetta Reale regia di Giovanni Maria Currò e Mauro Failla Produzione CLAN DEGLI ATTORI

Il Teatro Vittorio Emanuele presenta Le Cirque Invisible Da venerdì 4 a domenica 6 gennaio 2019 andrà in scena sul palco del Teatro Vittorio Emanuele, lo spettacolo Le Cirque Invisible di e con Victoria Chaplin e Jean-Baptiste Thierrée. Ne Le Cirque Invisible di Jean-Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin c’è posto soltanto per la fantasia. Il modo migliore per godersi lo spettacolo è osservarlo con lo sguardo di un bambino, abbandonandosi alla leggerezza che trasmette. È con questo stato d’animo che ci si deve accostare al petit-cirque di questi due grandi artisti, che hanno rivoluzionato il mondo del circo e del teatro originando quel meraviglioso cortocircuito che ha dato vita a tutto il noveau cirque. Jean-Baptiste Thierrée ha fondato la sua compagnia di circo nel 1970 e in quegli stessi anni ha conosciuto Victoria Chaplin, talentuosa figlia di Charlie Chaplin, che è divenuta la sua compagna d’arte e di vita. Lo spettacolo è il trionfo dello stupore e dell’incanto: trucchi, battute, gag, acrobazie si susseguono incalzanti, lasciando il pubblico completamente avvinto da trovate curiose e irreali, il cui minimo comune denominatore è la leggerezza. Tutto nasce dalla genialità, dall’abilità e dalla fantasia dei due artisti, nei quali si condensa l’arte del clown e dell’acrobata, dell’illusionista e del fantasista. […]

Clan Off Teatro presenta Kean Sabato 12 e domenica 13 gennaio, andrà in scena sul palco del Clan Off Teatro lo spettacolo “Kean”. con Alessio Bonaffini regia di Adriana Mangano costumi di Liliana Pispisa Edmund Kean è stato uno tra i più importanti attori inglesi di inizio ottocento. Nato da un’attrice, cresciuto da uno zio drammaturgo, entrò presto in contatto con quel surreale luogo chiamato tea-tro, esordendo in palcoscenico a soli quattro anni. A ventisette sostituiva gli attori più famosi d’Inghilterra risollevando le sorti del teatro Drury Lane e si apprestava a raggiungere l’apice del successo. La sua vita, segnata da una condotta sregolata e piena di eccessi, fu vissuta al perse-guimento di un obiettivo, al compimento della missione alla quale si era consacrato sin da ragazzo. Lo spettacolo racconta di Kean quel conflitto che imperversa sulla vita di noi uomini contemporanei, figli di questi tempi: da un lato l’ambizione, il desiderio di raggiungere quel qualcosa che ci fa battere il cuore per il qua-le crediamo di essere trionfalmente predestinati, dall’altro la necessità di dover far fronte a quei re-clami della vita quotidiana, alle incombenze che la società ci chiede di ottemperare per essere in qualche modo “giusti” per questo […]

Teatro Vittorio Emanuele presenta The human jukebox – Oblivion Sabato 12 e domenica 13 gennaio 2019 andrà in scena, sul palco del Teatro Vittorio Emanuele, lo spettacolo  “The human jubox – Oblivion”. Cinque contro tutti. Un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica mai scritta e la digerisce in diretta in modi mai sentiti prima. Questo è OBLIVION: THE HUMAN JUKEBOX. Alla perversa creatività dei cinque cialtroni più irriverenti del teatro e della Rete si aggiunge, questa volta,  quella del loro pubblico che contribuirà a creare il menù della serata suggerendo gli ingredienti della pozione. Gli Oblivion hanno in repertorio tutto, l’intero pantheon dei grandi della musica italiana e internazionale e sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di parodie, mash-up, duetti impossibili, canzoni strampalate. Un flusso di note e ritmi infinito che prenderà vita davanti agli occhi attoniti degli spettatori, ogni sera, per una esperienza folle e mai ripetibile. Dai Ricchi e Poveri ai Rapper, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni senza farne nessuna. Uno schiacciasassi che trangugia e livella Sanremo, X Factor, Albano e Il Volo. OBLIVION: THE HUMAN JUKEBOX è la playlist che non hai mai avuto il coraggio di fare, uno […]

Euphonya Management presenta Ale e Franz – Nel Nostro Piccolo Martedì 29 e mercoledì 30 gennaio andrà in scena sul palco del Teatro Vittorio Emanuele lo spettacolo di Ale e Franz “Nel Nostro Piccolo”. I due comici raccontano così il loro spettacolo: Nel “Nostro piccolo” è un viaggio alla ricerca del nostro punto di partenza, quello che ha mosso la nostra voglia e ricerca di comicità. Il racconto di un mondo visto dalla  parte di chi ha il coraggio, con le proprie idee, di vedere dentro la vita  di ognuno.  Raccontare le piccolezze, le sconfitte, le paure che ci accompagnano. Sempre Ridendo. Il coraggio di vivere storie non sempre vincenti. La forza di trasmettere emozioni vere: i fallimenti di una vit a, la delusione degli ideali, la conoscenza profonda di sentimenti penetranti, come l’amore. La gioia della vita. Ridendo ovviamente. Ridendo riusciamo a scoprire i nostri difetti. La risata è il nostro veicolo fondamentale per riuscire a parlare di noi senza prenderci troppo sul serio. Nel costruire le tappe di questo percorso ci siamo imbattuti nei nostri punti fermi, che ci hanno, grazie al cielo, condizionato: Giorgio Gaber e Enzo Jannacci. Loro sono stati la scintilla che ci ha permesso di vedere l’uomo come il centro di tutto. Conoscere il suo mondo. Vederlo mentre […]